luglio 4, 2019

Anèdone

 

 

Progetto del chitarrista e compositore Francesco “Franz” Martinello, che esordisce nel 2019 con il suo primo CD da solista, “La Superficie delle Cose”.
Il disco riassume un percorso musicale, iniziato nel post-punk veneto degli anni ’80 (“End of Carnival”), poi proseguito in Friuli (“Cape Canaveral Polaroid”,“PNGazers”); nel mezzo, alcune parentesi folk-acustiche (“Tarantàs”) e altre più strettamente cantautorali (“La Cattiva Strada”). 

“La Superficie delle Cose” rimbalza così fra suoni acustici ed elettrici, legati in un delicato equilibrio e dove la parola/testo risulta sempre elemento portante.
L’ideale percorso tracciato dalle tracks rappresenta la visione della realtà di Anèdone: sulla superficie delle cose si depositano convenzioni e luoghi comuni, rabbia e violenza, solitudine e rancore. Di questa barriera serve cercare crepe e sbrecciature, puntare lo sguardo oltre il faro e riprendere un volo più alto. 

Il progetto parte da solista e si evolve in un terzetto pensato principalmente per la resa live, introducendo Francesca “Meggie” Covre alle doppie voci e chitarre e Giacomo “Jacu” Iacuzzo alle percussioni e altri “giocattoli”, come a lui piace chiamarli. Questa dimensione trova la sua giusta collocazione soprattutto sopra il palco, con il quale hanno tutti e tre molta confidenza.